Come NON pagare la penale per recesso anticipato in bolletta

Come NON pagare la penale per recesso anticipato in bolletta

Come evitare di farti fregare sulla bolletta elettrica1Il mercato dell’energia e del gas continua ad essere una vera e propria giungla e sta tradendo le aspettative dei consumatori: basti pensare che nella maggior parte dei casi gli utenti passati al mercato libero hanno sottoscritto offerte più onerose rispetto al precedente fornitore, molte volte creando anche diversi disagi.

Questo perché molte volte ci si affida a persone poco competenti o persone che vogliono fare solamente i proprio interessi.
Quante volte ci siamo sentiti dire “se cambi fornitore prima di un certo numero di mesi vai incontro ad una penale di recesso? E per timore di non pagare delle multe siamo rimasti con un’offerta che non soddisfaceva i nostri bisogni?

E’ arrivato il momento di dire basta, sfatiamo questa leggenda e non farti più fregare sulle bollette delle luce e del gas.

Dal 1° Luglio 2007 in Italia, come nel resto dell’Unione Europea, è scattata la completa liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica. Questo significa che tutti possono scegliere liberamente un nuovo venditore di energia elettrica o cambiare contratto.

“Grazie alla liberalizzazione del mercato, i consumatori acquistano il nuovo diritto per una libera scelta: si può decidere in ogni momento di cambiare contratto. L’utente non deve sostenere costi in caso di cambio di fornitura dal servizio di maggior tutela al mercato libero, oppure tra due operatori del mercato libero, a patto che tale passaggio non sia avvenuto entro dodici mesi da una precedente migrazione. Solo in questo caso potrebbe essere addebitato un costo di 27 euro per un tributo che il fornitore deve versare al distributore, e che quindi a sua volta potrebbe essere richiesto al cliente.”

Tutto questo prendono il nome delle direttive n° 2003/54/CE e 2003/55/CE.

Molte volte la dicitura della penale in caso di recesso anticipato è riportata proprio sul contratto di fornitura, tuttavia va contro le norme dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.
Sfatato questo mito, adesso sappiamo come rispondere a tutti quei operatori che ci minacciano di andare incontro ad una penale se cambiamo gestore.

Qualche settimana fa tale episodio è successo proprio a me, ci tengo a condividerlo con te in modo che tu possa essere più consapevole di come comportanti in tale circostanza.

A seguito del cambio al nuovo fornitore , il vecchio gestore aveva addebitato un onere di fine fornitura di €80,00, grazie al supporto delle associazioni tutela consumatori presenti in italia sono riuscito, insieme ad altri amici coinvolti nella stessa medesima situazione, a far valere i propri diritti e attivando l’ufficio legale siamo riusciti a vincere.

Questa è la conferma che la gestione delle proprie utenze da parte di consulenti esperti del mercato energetico e delle sue normative permette di risolvere in modo celere e senza oneri le controversie che possono nascere in un rapporto fornitore-cliente.

Tu stai ancora aspettando che qualcuno ti supporti nella lettura delle tue fatture energetiche e risolvere eventuali dubbi sulle tue bollette in modo tale da non essere più fregato?

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi scrivermi a info@giovanniriccobono.it
Insieme si può,
Giovanni.

Comments

comments

18 commenti su “Come NON pagare la penale per recesso anticipato in bolletta”

  1. Enegan mi ha chiesto 80 euro + iva = € 97.60 perché nel contratto scritto con caratteri microscopici e ovviamente non comunicatomi dal venditore , era prevista la penale di 80 (una tantum e senza iva ) nel caso avessi cambiato fornitore prima di 12 mesi , perché mi hanno inviato, di loro iniziativa, un kit di lampadine a led del valore max € 10. Ho cambiato perché spendevo una cifra altissima per Kw/h consumati, il doppio rispetto a prima. Se stavo 1 anno con loro spendevo come 2 anni con altro fornitore.

  2. Buonasera,anch’io stesso problema con Enegan vogliono 82+ 82 euro per contratti luce e gas.Adesso sul mio attuale fornitore mi hanno inviato il CMOR che non ho pagato, solo per energia di 185,35 .Sono già stata in un’associazione che tutela i consumatori ma non sono stati di grande aiuto.Vi chiedo come poter fare,grazie.

  3. Eon energia mi ha addebitato 72€ di Maxi Rata Servizio Gestione Documentale che sarebbe? In altri post leggo che sono spese per cambio gestore e visto che io ho cambiato perchè mi sono trovato subito male con eon vorrei maggiori informazioni. Grazie.

  4. Salve ho da poco richiesto un nuovo contratto al po’ del vecchio (enegan) dal quale enegan mi attendo bolletta finale con penali salate. Mi potete gentilmente dire come non pagarle? Grazie

  5. Salve Giovanni, ho cambiato adesso da eon energia ad altro fornitore e mi hanno addebitato 200 euro di oneri e gestione documentale, perchè dicono che ho sottoscritto un contratto con 2 anni a prezzo fisso con sconto di 9 euro al mese, e se recedo prima mi applicano questi 200 euro. E’ normale? Come posso fare?

    • Ciao Erik, ma non ho mai sentito parlare di questa specifica situazione e la cosa mi puzza un poco!

      Scrivimi attraverso la sezione contatti e vediamo insieme di vederci meglio!

      Come specifico nella sezione “Sistema di Tutela” hai la possibilità di ricevere una consultazione(leggi consulenza) gratuita che ti servirà a vedere meglio il tutto.

      Attendo tue, buon pomeriggio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti all'EnergyLetter
E RICEVI IN OMAGGIO IL MANUALE DELL'ANTITRUFFA
Il tutto nel rispetto della tua privacy.