fbpx
Risparmio? Non è stato mai cosi facile. Dal 1 Aprile prezzi in calo in tutta Italia, ma attenzione…la fregatura potrebbe essere dietro l’angolo

Risparmio? Non è stato mai cosi facile. Dal 1 Aprile prezzi in calo in tutta Italia, ma attenzione…la fregatura potrebbe essere dietro l’angolo

Da ieri rimbalza su tutti i giornali e i canali tv la notizia che dal 1 Aprile 2020 aumenterà il risparmio delle utenze di energia elettrica e gas, grazie ad un netto calo.

Ma cosa significa ciò di preciso?

Cerchiamo di fare un approfondimento, non troppo tecnico, per permettere a tutti di comprendere bene questa notizia, in quanto si sa, ogni qualvolta c’è una notizia che porta risparmio gli avvoltoi sono pronti a catturare la loro preda.

Perché questo calo?

Le riduzioni sono principalmente legate ad una netta riduzione dei consumi complice anche lo stato di emergenza che stiamo attraverso. (COVID-19).

Inoltre c’è da precisare che la riduzione riguarda esclusivamente la materia prima (ovvero prezzo del kWh e del metro cubo), non si sono registrate variazioni sui cosiddetti costi fissi, voce che nei giorni scorsi ha rimbalzato su più canali.

Pertanto se qualcuno vi comunica che passando con lui vi farà risparmiare sui costi fissi, sapere già quello che dovete fare!

Passiamo alla seconda domanda, che molti si staranno facendo:

Il risparmio è per tutti?

È bene fare chiarezza che non tutte le tipologie di utenze sono direttamente interessate a questa comunicazione.

Difatti le riduzioni (elettricità -18,3%, gas -13,5%) riguardando le utenze che si trovano ancora nel mercato tutelato e le percentuali di riferimento si riferiscono all’utente tipo.

Per utente tipo si intende, un’utenza con un consumo medio di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW, mentre per il gas un consumo medio di 1.400 metri cubi annui.

Questa riduzione permetterà, a questa tipologia di utenze, nel complessivo (quindi sia luce che gas) un risparmio di 184€ all’anno. E’ sottinteso che qualora i consumi fossero più alti il risparmio aumenterebbe rispetto al trimestre precedente, viceversa se i consumi fossero inferiori anche il risparmio sarà ridotto.

Tuttavia per una corretta informazione c’è da precisare che il calo dei prezzi relativi alla materia prima (kWh e metri cubi) è dovuto al tutto il mercato.

Il prezzo unico nazionale (PUN) già era in discesa, quindi anche le utenze del mercato libero, che hanno optato per un prezzo variabile, hanno beneficiato del “risparmio”, a discapito invece di chi ha sottoscritto un prezzo fisso (decisamente più alto).

Come mai questa notizia ora?

Semplicemente perché i prezzi del mercato tutelato si aggiornano trimestralmente (1° trimestre 1 Gennaio-31 Marzo, 2° trimestre 1 Aprile-30 Giugno, e cosi via) ecco che la notizia di questo importante abbattimento sta uscendo adesso.

Cosa fare adesso?

Molti consumatori, visto anche la quarantena forzata che stanno vivendo, potrebbero avere la voglia di capire di come poter risparmiare e approcciare a queste tipologie di offerte. Da una parte per ottimizzare i costi, dall’altra per far passare il tempo.

ATTENZIONE NEL FARE LA SCELTA: CIO’ CHE APPARENTEMENTE POTREBBE SEMBRARE UNA BUONA OFFERTA PORTANDO UN BUON RISPARMIO, IN REALTÀ POTREBBE NASCONDERE QUALCOSA.

Le soluzioni possono essere diverse, c’è da capire a cosa si punta e quali risultati si voglio ottenere (aldilà del risparmio).

Vediamo insieme 2 possibili scenari in cui ti potresti ritrovare.

1)Ti trovi ancora nel mercato tutelato?

Non devi fare nulla. Le tariffe si aggiorneranno automaticamente, come fatto fin adesso.

Meglio? Peggio?

Questa valutazione sta a te. Il mercato tutelato, aldilà della parola che lascia a desiderare (ho risolto molteplice disservizi e problematiche di utenti nel mercato tutelato, forse poi tanto tutelato non è), nel mercato tutelato hai solamente la garanzia che i prezzi vengono stabiliti da un’ente terzo (l’Autorità – ARERA) ogni tre mesi, i prezzi sono quelli è basta. Viceversa, nel mercato libero, hai la possibilità di poter ottimizzare i costi, se si cerca e sceglie bene.

Più avanti ti consiglierò un mio articolo che ti darà la possibilità di approfondire come scegliere un fornitore, quindi una tariffa, nel mercato libero.

2)Ti trovi nel mercato tutelato e stavi pensando di passare al mercato libero?

Questa seconda ipotesi potrebbe aprirti diversi scenari.

Nel mercato libero c’è la possibilità di poter trovare qualcosa di più competitivo rispetto al mercato tutelato , ma bisogna stare attenti.

La possibilità approcciarsi nel mercato libero in questo momento potrebbe giovarti in futuro.

I prezzi attualmente sono bassi, molte aziende nel mercato libero stanno già vendendo ad un prezzo fisso, quindi un prezzo bloccato per un tot di mesi, di solito 12 mesi.

Ciò, in una previsione futura, dove i prezzi potrebbero aumentare, potrebbe portarti dei risparmi, ma è una scelta, a mio parere, che va valutate bene.

Se fatta così a caso, senza valutare attentamente tutte le circostanze, diventa una vera e propria scommessa, come lanciare una monetina scegliendo testa o croce.

Il consiglio che ti posso dare è di seguire questi andamenti con una persona del settore per capire come muoverti: quando è consigliabile tenere ancora un prezzo, e capire qual è il momento giusto per bloccare il prezzo, monitorando gli andamenti del mercato, per non subire gli aumenti nel breve termine.

Tuttavia non è semplice scegliere un’offerta.

Può risultare apparentemente facile, tuttavia oggi il mercato è molto articolato e complesso.

Ti invito a leggere questo articolo su come NON scegliere un’offerta tra gli oltre 600 fornitori di energia elettrica e gas.

3)Come faccio a capire se ho un prezzo fisso e cosa fare?

Per capire se il contratto attivo ha un prezzo fisso o variabile basta controllare il nome dell’offerta che hai sottoscritto. Se non tieni a portata di mano il contratto ti basterà verificare nella bolletta il nome dell’offerta e cercarla sul google o direttamente sul sito del tuo fornitore. Li ci sarà la descrizione.

Se ti trovi con un prezzo fisso, in primis c’è da capire qual è il prezzo bloccato. In base a ciò sarebbe opportuno parlare con il tuo fornitore per capire se ci sia un prodotto che possa portarti del risparmio in questo momento storico dei prezzi.

Se hai bisogno di un parere gratuito puoi scrivermi a supporto@giovanniriccobono.it insieme capiremo quale offerta hai attiva e valutare il da farsi!

Think big(pensa in grande), insieme si può!

Giovanni.

Comments

comments

Lascia un commento

Iscriviti all'EnergyLetter
E RICEVI IN OMAGGIO IL MANUALE DELL'ANTITRUFFA
Il tutto nel rispetto della tua privacy.